Chirurgia

PATOLOGIE

Cataratta

Il cristallino è una lente, situata all’interno del nostro occhio, che ha lo scopo di filtrare la luce che penetra attraverso la pupilla, direzionandola verso la retina. La cataratta è l’opacizzazione del cristallino. La cataratta può essere di origine traumatica, senile, infiammatoria, iatrogena, in seguito all’assunzione di dosi elevate di steroidi (cortisone), eccessiva esposizione alla luce solare, a radiazioni e tante altre cause. I sintomi principali sono: visione annebbiata e sfuocata, problemi di visione notturna, fotofobia, percezione di aloni, colori sbiaditi, visione sdoppiata.

Pucker maculare o membrana epiretinica​

Alterazione dello strato interno della retina (membrana limitante interna), un processo infiammatorio che compromette la visione centrale. Spesso il paziente non ha sintomi nella fase iniziale della patologia, successivamente si insorgono distorsioni della visione, diminuzione della vista fino alla perdita della vista con edema retinico secondario. E’necessario diagnosticare questa patologia il prima possibile.

Maculopatia

Grave patologia oculare che colpisce la macula, la parte centrale della retina e la più importante che consente la visione. Compromette in modo irreversibile la vista. Si divide in due tipologie: maculopatia secca (atrofica) per il deposito di materiale sulla retina con accumuli e progressivo deterioramento degli strati retinici; maculopatia umida (essudativa) che è caratterizzata dallo sviluppo di neovasi che portano all’alterazione degli strati retinici e perdita della visione. I sintomi principali sono: la riduzione della vista, percezione di una macchia nera centrale, visione offuscata e alterazione della percezione dei colori, visione distorta, fotofobia e tanti altri disturbi. I fattori di rischio principali sono l’età avanzata, la familiarità, il fumo, l’esposizione eccessiva ai raggi UV, ipercolesterolemia, ipertensione non ben controllata ecc.

Occlusioni – Trombosi Retinica​

Occlusione parziale o totale di un vaso retinico arterioso o venoso, con conseguenti gravi danni, anche irreversibile della vista. I principali fattori di rischio sono i pazienti che soffrono di patologie del sistema circolatorio, diabete, ipertensione arteriosa; i sintomi principali sono repentino calo della vista seguito da danni e disturbi più o meno gravi a seconda del livello di ostruzione del vaso coinvolto.

Distacco di Retina​

Uno strato della retina si solleva trascinando con sé i vasi sanguigni che alimentano di ossigeno e nutrienti l’occhio, provocando un distacco irreversibile del tessuto che tappezza il nostro occhio all’interno. I sintomi principali sono: la comparsa improvvisa di mosche volanti e corpi scuri fluttuanti, improvvisi lampi di luce, percezione di un’ombra o tenda scura che copre parte del campo visivo, perdita della vista come una tenda che chiude il sipario.

Cheratocono

Malattia della cornea con andamento progressivo, che può essere monolaterale o bilarterale: la cornea assume una forma a cono con astigmatismo irregolare e elevato; l’esordio è in età giovanile, spesso è presente senza che il paziente se ne accorga. Il paziente lamenta un peggioramento della vista con continui cambiamenti di occhiali e lenti a contatto. A seconda dello stadio del cheratocono, si può intervenire con occhiale, lenti a contatto rigide, inserti corneali mediante chirurgia con femtolaser, cross-linking e trapianto corneale.

Trattamenti Chirurgici

Caratteristica: mini-invasività, anestesia locale, day-hospital, elevata qualità degli strumenti utilizzati e di ultima generazione, organizzazione ed efficacia massima del team chirurgico sempre a disposizione del paziente.

Il segreto del nostro successo e lo studio perfetto della patologia del paziente, la condivisione delle scelte in modo preciso e continuo con il paziente, una programmazione perfetta sia nella diagnostica prechirurgica che nei controlloi post-chirurgici, per evitare qualsiasi complicanza, ridurre lo stress al paziente, ottenere i migliori risultati.

Il paziente in ultimo puo’ contattarci sempre, prima e dopo l’intervento venendo visitato se necessario immediatamente.

TRATTAMENTI CHIRURGICI

Cataratta Con Femtolaser​

Tecnica modernissima, sicura, precisa, rapida, indolore, che consente una chirurgia meno impattante, meno invasiva, una più rapida guarigione e un recupero visivo molto veloce rispetto al tradizionale intervento di cataratta. Non applicazione di punti chirurgici, possibilità di annullare completamento il difetto di vista, anche l’astigmatismo, risultati più precisi e stabili. Il laser utilizza una luce infrarossa per tagliare i tessuti del cristallino nel punto desiderato; sono un fascio di luce laser a bassa energia per non arrecare danni alla cornea che consentono di effettuare la asportazione del cristallino in modo assolutamente incruento. Questa tipologia di intervento così effettuata produce una riduzione dello stress del paziente, una riduzione dei tempi di intervento, consente un impatto minimo chirurgico sella struttura dell’occhio, tanto che molti pazienti già il giorno successivo vedono anche 10/10.

Vitrectomia 27 G​

Ultima novità nel campo della chirurgia della retina e della macula che consente una riduzione ed eliminazione delle patologia retinica come il Pucker maculare con un più rapido recupero delle normali attività. Consente la rimozione del vitreo e l’eliminazione di ogni aderenza retinica, impattando sull’occhio in modo soft. I vantaggi: maggior comfort del paziente, riduzione dei tempi chirurgici, minore traumatismo tissutale, recupero visivo più rapido, minore infiammazione secondaria, assenza di complicanze, non presenza di punti di sutura.

Interventi combinati di Cataratta + Vitrectomia

Intervento simultaneo consecutivo di rimozione della cataratta e dei problemi retinici in un solo tempo di intervento. Consente al paziente di evitare di sottoporsi a due interventi in tempi diversi (quindi a due anestesie), minor trauma per l’occhio in quanto si effettua in una volta sola e successivo assicurato maggior successo e recupero per il paziente. Tutti i pazienti che si sono sottoposti a questo tipo di intervento doppio percepiscono la qualità del servizio e che ha rappresentato una soluzione eccezionale per il suo occhio, evitando di dover sottoporsi a altro intervento chirurgico a distanza.

Distacco di Retina – Endolaser/Gas​

Utilizzo di un laser intraoperatorio che consente di accollare gli strati retinici e risolvere il distacco di retina, o aggiustare le lesioni della retina; l’inserimento di GAS (SCAMBIO ACQUA – ARIA E ARIA - GAS) consente accollare w far saldare definitivamente la retina sfruttando la forza espansiva dilatatoria del gas.

Anelli instrastromali​

Sono piccole protesi di plastica che vengono impiantate all’interno degli strati della cornea per ridurre, risolvere e rallentare il cheratocono. Gli insert sono costituite da materiale plastico biocompatibile, di assoluta sicurezza che ha un’azione di contenimento di appiattimento della zona di cornea che si sta deformando. L’inserimento degli anelli consentire di fermare la progressione della malattia ed evitare al paziente di arrivare al trapianto di cornea. La procedura viene eseguita ambulatorialmente, con anestesia topica e attraverso l’utilizzo di un femtolaser. La riabilitazione visiva è immediata.

Prenota ora il tuo trattamento.